Ecco come abbiamo iniziato - parte 2

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookies. Leggi l'informativa. Ho capito

Ecco come abbiamo iniziato - parte 2

Scritto da: Fattoria Gallorosso
Tempo di lettura: 2 minuti e 52 secondi

Home Articoli Ecco come abbiamo iniziato - parte 2

Visto che si avvicinava il periodo invernale, abbiamo adibito una stanza della casa di campagna, dotata di camino, ad incubatrice per la riproduzione dei lombrichi.



Prima parte dell'articolo.

Fattoria Gallorosso

Ricreando le condizioni ottimali per l’accoppiamento dei lombrichi riportate in rete, ci siamo resi conto di aver commesso un altro errore, infatti i lombrichi in eccedenza posti nelle lettiere all’aperto, a temperature decisamente inferiori, alle quali secondo i “guru” della lombricoltura, sarebbero dovuti andare in letargo, si riproducevano tranquillamente.

Questo ci ha fatto capire che sul fatto che i lombrichi andassero in letargo erano state scritte altre informazioni errate. Più volte abbiamo riportato su alcuni forum questa inesattezza e le persone che allora ci prendevano in giro, adesso pubblicano articoli in cui si vantano del fatto di aver “scoperto” che i lombrichi non vanno in letargo, era ora!

Inoltre, una pratica fortemente consigliata all’epoca, ma utilizzata molto anche ora, era quella di realizzare il cosiddetto “cappotto”, ovvero porre all’inizio della stagione fredda uno strato di 40-50 cm di letame fresco in modo tale da indurre la fermentazione e generare calore con cui proteggere i lombrichi dal gelo. Alcuni, oltre al letame, apponevano anche uno strato di paglia, non alimentando la lettiera fino alla primavera successiva, dove, alla vista dei lombrichi in superficie riprendevano l’alimentazione “a calendario”.

In agricoltura intervenire “a calendario” vuol dire realizzare concimazioni, trattamenti antiparassitari e anticrittogamici ad intervalli di tempo regolari, senza un raziocinio, senza che ce ne sia effettivamente bisogno. Nella lombricoltura avviene esattamente la stessa cosa, si alimentano le lettiere senza che la matrice organica distribuita in precedenza sia stata mangiata completamente. Questo comporta la formazione delle classiche “lettiere a lasagna”, dove al pari del gustoso piatto culinario, si formano degli strati di letame inframmezzati a quelli di vermicompost, ottenendo un prodotto di scarsa qualità che non può essere definito humus di lombrico.

La scelta di partire in modo autonomo si è rivelata molto audace, ha portato via molto tempo, molta fatica, molto studio, ma ha dato i suoi frutti e ci ha spinti sempre a migliorare, a non fermarci e a sperimentare, principi che ancora seguiamo.

Per alcuni anni abbiamo pensato esclusivamente a far riprodurre i lombrichi per aumentare le superfici a lettiere, in questo tempo abbiamo impiegato il vermicompost nei nostri terreni, non in tutti, provandolo su più colture, erbacee e arboree, sostituendolo al concime organico che usavamo, poiché azienda biologica. In quegli anni non esistevano ancora né il nostro sito web, né la pagina Facebook, né i corsi di lombricoltura, né le vendite di lombrichi e humus, ma c’eravamo solo noi e i nostri lombrichi. 

Convinti di aver acquisito una notevole esperienza nella lombricoltura, abbiamo commesso un errore che ci ha portati alla perdita di una lettiera ben avviata: abbiamo alimentato una lettiera di 200 m2 con letame che, sebbene al colore si presentasse scuro e non emanasse né odore di ammoniaca né di letame fresco, non era stabilizzato.

Potete immaginare come questo evento ci abbia fatto molto riflettere, perché pensavamo di aver raggiunto livelli tali di esperienza da non commettere più un errore del genere. Abbiamo inoltre capito che, quando aumentano le superfici delle lettiere, bisogna modificare di volta in volta la gestione dell’intero allevamento, dalla gestione del letame alla produzione dell’humus di lombrico. Infatti i problemi che si presentano quando si hanno 100 m2 di lettiera a pieno regime, sono diversi dai problemi che si palesano a 500, 1000, 2000 o 5000 m2 e richiedono approcci e soluzioni diverse.

Ad oggi, tranne noi, non c’è nessuna azienda che abbia raggiunto tali superfici di lettiere, densità di lombrichi e volumi di humus prodotto, perciò i problemi che si presentano con quasi 10 mila m2 di lettiere, di fatto, possiamo risolverli solo noi, avendoli già superati quando si sono presentati.

La svolta per la nostra azienda è avvenuta nel 2015, quando abbiamo partecipato ad un concorso per start up promosso dalla Regione Basilicata, ma ve lo racconteremo nel prossimo capitolo.







Condividi subito l'articolo con i tuoi amici!




Cosa dicono di noi

Serietà, affidabilità e professionalità: epilogo di più di 100 recensioni



Recensione Facebook Kurma K.

Kurma K.

Innanzitutto premetto che ho iniziato ad informarmi alla lombricultura qualche mese fa, in quanto molto interessato ad intraprendere questa nuova attività da reddito. Prima di entrare in contatto con loro mi sono informato su internet oltre che su testi del settore, pertanto mi ero fatto una discreta infarinatura, ed ero pronto a seguire un corso (anche abbastanza oneroso) presso un'altra ditta... Casualmente mi sono imbattuto sul loro sito ed [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Pietro C.

Pietro C.

Abbiamo avuto il piacere d'incontrare Eustachio e Pasquale a Giugno, in quanto volevamo conoscere la realtà della lombricoltura. Ci hanno accolto nella loro azienda, e con grande professionalità e cortesia ci hanno insegnato a muovere i primi passi in questo mondo, ancora per noi sconosciuto, ma che già agli esordi si mostrava affascinante. Da lì la scelta di affidarci alla loro competenza ordinando una lettiera. La loro passione travolgente ci aveva contagiati! Pasquale e [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Rino C.

Rino C.

cosa determina il successo o il fallimento di una azienda? i fattori sono tanti ma il successo non è della azienda ma dell'imprenditore che ne ha impresso la sua vision e ha diffuso la sua mission a tal punto che anche i collaboratori la condividono e ne diventano apostoli, Quando incontri un imprenditore che antepone il bene comune, la diffusione del benessere, la cultura del sano, l'onesta intellettuale (e non solo) e il buonsenso fino al punto di [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Antonio B.

Antonio B.

5 Stelle stra-meritate! Siamo stati alla fattoria GalloRosso per saperne di più sui lombrichi e sull'humus in generale. Prima Pasquale, poi Eustachio ci hanno subito spalancato le porte di questo mondo tanto affascinante quanto, ahimè, poco conosciuto. 5 stelle meritatissime e vi spiego perché in 3 punti: -Professionalità ☆☆☆☆☆ Partendo dal primo passaggio, ci hanno mostrato e spiegato ogni parte del processo di [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Luca S.

Luca S.

Ho avuto il piacere di conoscere e visitare l'azienda di Pasquale e Eustachio e devo dire che sono rimasto molto colpito. Hanno risposto ad ogni mia domanda o curiosità in modo chiaro esponendo sia i pro che i contro di questo lavoro. L'amore, la passione e la serietà che mettono nel loro lavoro dovrebbe essere presa d'esempio! Consiglio vivamente a chi fosse interessato di intraprendere questa attività di andare a fargli visita perché [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Alessandro B.

Alessandro B.

Fattoria Gallorosso per me significa: preparazione, professionalità, onestà e consapevolezza di voler fare le cose per bene. Come agricoltore ho provato la loro linea di vagliato extra-fine e i risultati parlano da soli. Fattoria Gallorosso non è solo pioniere nell’introduzione dell’humus di lombrico come concime o ammendante in Italia, ma progetta e sviluppa soluzioni che vengono in contro anche alle realtà [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Sara B.

Sara B.

Concretezza, professionalità, onestà. Queste sono solo alcune delle caratteristiche della famiglia "fattoria gallo rosso". Un approccio con i piedi per terra è il modo migliore per avviare una nuova attività ed è proprio questo che troverete qui; non vi illuderanno parlando di soldi facili, non sentirete discorsi campati in aria del tipo "oggi investi, domani raddoppi e guadagni". Voglia di lavorare, di studiare, di imparare [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Simone L.

Simone L.

Visita molto soddisfacente perché permette di vedere in cosa consiste realmente questo tipo di attività..Eustachio e Pasquale sono davvero disponibili nell’aprile il loro mondo e la loro attività a chiunque sia seriamente interessato a capire come realmente funziona; ti trasmettono tutta la loro passione e il loro entusiasmo. A mio avviso visitare la loro azienda è l’unico modo per capire davvero cos’è questa attività

Recensione Facebook
Recensione Facebook Giovanni P.

Giovanni P.

Ed eccoci qua finalmente un pò di chiarezza dopo tutte le info distorte e false illusioni divulgate da fantomatiche aziende che vantano oltre vent'anni di esperienza nella lombricoltura. FATTORIA GALLOROSSO vera passione, competenza, serietà, professionalità e soprattutto onestà, ringrazio i sig. Eustachio e Pasquale per averci fatto trascorrere una giornata ricca ed esaustiva con importanti nozioni nella lombricoltura, siete davvero i massimi [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Marco I.

Marco I.

Che dire passione, entusiasmo, coinvolgimento, e soprattutto professionalità, molto cordiali, la visita all'azienda è stata molto produttiva per me anche da un punto di vista emotivo, continuate così, sicuramente un esempio da seguire, ci vediamo presto per i miei progetti, colgo l'occasione per salutarvi, grazie

Recensione Facebook
Recensione Facebook Mauro L.

Mauro L.

Assolutamente eccellente! Siamo un gruppo di ragazzi che sta cercando di entrare nel mondo del lombrico, dell'agricoltura. Questo ci ha protato oltre ad incontrare decine di "esperti" i quali hanno menato giudizi e consigli di dubbia efficacia. Entrare nella fattoria Gallorosso è stato un po' come trovare una ricca biblioteca nel deserto. La mia visita, è stata piacevolmente accompagnata oltre che dal paesaggio da due [...]

Recensione Facebook
Recensione Facebook Gianluca P.

Gianluca P.

Abbiamo visitato l'azienda venerdì scorso e abbiamo riscontrato una notevole esperienza nel campo, ma soprattutto una voglia di cambiare le cose e un nuovo modo di fare agricoltura. Siamo rimasti stupiti dai risultati che può dare l'humus sulle coltivazioni, ma soprattutto dalla disponibilità di Eustachio che in solo un giorno ci ha trasmesso più nozioni tecniche di un corso intensivo per agricoltori. Grazie per [...]

Recensione Facebook